Adduzione

Adduzione
L’adduzione, detta anche scambio termico superficiale, è lo scambio termico tra l’aria e una superficie solida, come per esempio una parete. L’adduzione dipende da diverse variabili quali la temperatura, la velocità dell’aria, la struttura della superficie e la geometria di questa. L’adduzione ha una componente convettiva e un’altra radiativa.

Dell’adduzione si deve tenere conto nel calcolo termico per il quale sono stati definiti diversi coefficienti d’adduzione h validi per differenti situazioni. Nel calcolo termico per edifici i due coefficienti più usati sono i seguenti:
h i = coefficiente d’adduzione alla faccia interna della parete
h e = coefficiente d’adduzione alla faccia esterna della parete
Il coefficiente hi è determinato dal lento movimento dell’aria interna, mentre il coefficiente he dalla maggiore velocità del vento.

I coefficienti d’adduzione indicano la quantità di calore ceduta dall’aria (mezzo gassoso) ad 1 m2 di una parete (corpo solido), o, viceversa, da 1 m2 di una parete all’aria, nell’unità di tempo (ora), quando la differenza di temperatura tra le due superfici è di 1 K. L’unità di misura del coefficiente è W/(m2 · K), la stessa della resistenza termica. Il coefficiente è dato dalla seguente formula: F = h · A · (q1 – q2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *