Assorbimento e Assorbitore

Assorbimento

In fisica, l’assorbimento è il fenomeno per cui gas, calore o luce vengono trattenuti da corpi solidi o fluidi; l’assorbimento di radiazioni comporta la conversione dell’energia in un’altra forma, spesso accompagnata da un aumento di temperatura.

Assorbimento della luce
La luce che incide su una superficie viene in parte trasmessa, riflessa e assorbita (anche dal vetro). L’assorbimento comporta la trasformazione in un’altra forma d’energia, normalmente calore. La frazione di luce assorbita è indicata dal fattore di assorbimento a. Per i materiali trasparenti vale: a = 1 – t – r , per quelli opachi vale: a = 1 – r.
dove: t e il coefficiente di trasmissione e r il coefficiente di riflessione.

Assorbitore

La parola “assorbitore” denomina:
> in fisica un oggetto o un mezzo che assorbe parte di una radiazione o di un’onda e le trasforma in un’altra forma di energia;
> in chimica un oggetto o un mezzo che assorbe parte di una miscela o di una soluzione e le elimina in maniera selettiva;
> nella tecnologia solare quell’elemento di un collettore solare termico che assorbe parte della radiazione solare e la trasforma in calore;
> in acustica materiali che assorbono il suono (rumore), per esempio lana minerale.
Assorbitore (collettore solare)
Elemento di un collettore solare termico che assorbe parte della radiazione solare e la trasforma in calore; ha normalmente la forma di una lastra (cioè una grande superficie captante e un piccolo volume) per poter assorbire un massimo di radiazione solare. Nei collettori a piastra, l’assorbitore è spesso una combinazione di singoli elementi più piccoli; nei collettori a tubi sottovuoto, l’assorbitore e un’unica lastra stretta e lunga.

Allo scopo di captare un massimo di energia solare, la superficie rivolta al sole č normalmente annerita mediante una pittura o rivestita con un materiale selettivo, cioč con un materiale che assorbe efficacemente la radiazione solare ad onde piů corte e che emette poca radiazione ad onde lunghe (calore).

I moderni rivestimenti (per esempio Tinox, sunselect, ecc.) hanno di solito un colore scuro-bluastro ed assorbono il 91-96% della radiazione incidente, cioè una percentuale simile a quella dei rivestimenti nero-cromo, ma gli assorbitori con rivestimenti selettivi perdono notevolmente meno calore rispetto a quelli semplicemente anneriti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *