Fibre di legno

Fibre di legno (Materiali termoisolanti)

Materia prima

Il materiale viene prodotto da scarti di legno di conifere che è rigenerabile e disponibile in quantità sufficiente nei paesi che hanno una grande produzione di legno.

Processo di produzione e contenuto di energia grigia

Le materie prime vengono trattate meccanicamente e al vapore affinché assumano la forma di fibre. Viene poi aggiunta acqua per ottenere un impasto fluido di cui si fanno dei pani. A questo punto, se si vogliono ottenere dei pannelli duri, si usa un procedimento di compressione a caldo, mentre per realizzare pannelli isolanti il prodotto viene asciugato in stufe senza comprimerlo. I pannelli destinati ad un uso esterno vengono imbevuti con bitume.

Il contenuto d’energia primaria necessaria è relativamente alto. Per la produzione di 1 m3 di pannelli isolanti occorrono circa 785 kWh; inoltre dalla produzione risultano degli inquinamenti delle acque. Lo zucchero che risulta dall’idrolisi consuma una grande quantità dell’ossigeno contenuto nell’acqua.

Forme commerciali e applicazione

I pannelli in fibre di legno si prestano soprattutto ad essere impiegati come isolante termico in strutture lignee e isolante acustico (isolamento acustico del pavimento, controsoffitti acustici), ma anche in falegnameria come rivestimenti e imbottiture (porte acustiche).

Nocività per gli abitanti

Come il legno massiccio, anche i pannelli normali sono da considerarsi innocui per la salute. Però i pannelli stratificati contengono spesso collanti. Per i pannelli bitumati si consiglia l’applicazione solo all’esterno.

Comportamento in caso di incendio

Se il materiale non è stato ignifugato è combustibile. In caso di incendio non si producono gas tossici.

Comportamento a lungo termine

La resistenza a solventi, basi e acidi deboli è buona. I pannelli in fibre di legno hanno la stessa resistenza biologica del legno è quindi vengono sottoposti a un trattamento anticrittogamico. La permeabilità al vapore acqueo a 23 °C e con una umidità relativa dell’85% è di 0,9 g/mh mmHg. è da proteggere contro l’umidità.

Riciclo e smaltimento

I pannelli derivanti da ristrutturazioni e demolizioni possono essere riutilizzati se sono interi oppure, se non sono bitumati, possono essere bruciati in inceneritori. Il materiale non bitumato può essere smaltito anche mediante compostaggio.

Dati tecnici

Conduttività termica l 0,050-0,060 W/m K
Massa volumica r 130-400 kg/m3
Resistenza al vapore m 5-10
Resistenza alla compressione 2,0 kg/cm2
Resistenza al fuoco: non infiammabile
Contenuto di energia primaria (CEP) 785 kWh/m3
Bibliografia
Wienke, U.: Manuale di Bioedilizia, 3° ed., Roma 2004

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *