Lana di pecora

Lana di pecora (materiale termoisolante)

Materia prima
La materia prima è pura lana di pecora e di lana di recupero. La lana è disponibile in tutte le regioni in cui vengono allevati ovini ed è quindi una materia prima rigenerabile. La risorsa è ovviamente limitata però attualmente si riscontra sul mercato mondiale un’offerta molto elevata che ha provocato un sensibile calo del prezzo.

Processo di produzione e contenuto di energia grigia
Dalla lana di pecora si producono materassini isolanti. Alcuni prodotti vengono trattati con borato idrato di sodio (borace) per ridurre l’infiamma-bilità. I feltri di lana consistono al 50% in pura lana di pecora e al 50% di lana di recupero. I produttori affermano che la lana viene lavata con sapone naturale e carbonato di sodio (soda) dei quali, dopo il risciacquo, non rimangono residui.

Non si conosce il consumo di energia primaria, ma si può supporre che esso sia relativamente contenuto in quanto la produzione non richiede molto lavoro né temperature alte.

Forme commerciali e applicazione
Vengono prodotti feltri e materassini che possono essere applicati in tutti quei casi in cui vengono impiegati dei termoisolanti a base di fibre minerali artificiali e quindi costituiscono una valida alternativa ecologica a questi ultimi. La lana di pecora è inoltre meno igroscopica rispetto alle fibre minerali. I materassini e i feltri possono essere impiegati su solai come isolante termoacustico e, al posto delle schiume poliuretaniche, per l’isolamento delle giunte tra muratura ed infissi.

Nocività
Il borato idrato di sodio con il quale viene trattata la lana è valutato dai tossicologi più o meno innocuo per l’uomo.

Comportamento in caso di incendio
La lana di pecora non brucia e nel caso di incendio non emette gas tossici.

Comportamento a lungo termine
Diverse perizie affermano che il trattamento con sali borici protegge la lana di pecora contro l’infestazione da parte di insetti e parassiti (muffe).

Riciclo e smaltimento
I prodotti ottenuti da lana di pecora sono riciclabili e anche compostabili.

Dati tecnici
Conduttività termica l 0,040 W/m K
Massa volumica r 20-80 kg/m3
Resistenza al vapore m 1-2
Resistenza alla compressione non resistente
Resistenza al fuoco: non infiammabile
Contenuto di energia primaria (CEP) poco
Bibliografia: Wienke, U.: Manuale di Bioedilizia, 3° ed., Roma 2004

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *