Tegole Fotovoltaiche: caratteristiche, tipologie, costi, pro e contro

Abbiamo già ampiamente parlato di impianti fotovoltaici, abbiamo visto le particolarità dei diversi tipi di impianto, analizzando i vantaggi e gli svantaggi. Ora ci focalizzeremo su una valida alternativa ai classici pannelli, che ultimamente si sta diffondendo sempre di più: parliamo di tegole fotovoltaiche (o solari).

Cosa sono le tegole fotovoltaiche

Le tegole fotovoltaiche, chiamate anche tegole solari, sono un’ottima soluzione all’integrazione architettonica negli impianti fotovoltaici. Infatti il loro utilizzo permette di migliorare l’aspetto estetico di una tradizionale installazione fotovoltaica.

In sostanza si tratta di tegole speciali che vengono inserite sulle coperture degli edifici e permettono di assorbire l’energia solare, come un comune modulo fotovoltaico.
Vengono molto utilizzate recentemente, soprattutto nelle aree soggette a vincoli paesaggistici, in quanto non costituiscono nessun ostacolo all’impatto visivo.

Com’è fatta una tegola solare

La tegola fotovoltaica esteticamente è simile a una comune tegola, generalmente anche nel materiale e nel colore.

La particolarità sta nel fatto di integrare solitamente al solito supporto di base in ceramica, una piccola cella fotovoltaica che ha la funzione di produrre energia elettrica.

Le singole tegole sono collegate tra loro in serie, così da formare un vero e proprio impianto fotovoltaico, con la peculiarità di essere inglobato completamente nella copertura dell’edificio.

Le tegole solari sono adatte a qualsiasi tipo di tetto tradizionale con inclinazione dai 5 ai 60 gradi.

Tipologie di tegole solari

Impianto di tegole fotovoltaiche a coppi solari. Foto di Bête spatio-temporelleOwn work, CC BY-SA 4.0, Link

In realtà esistono varie tipologie di tegole fotovoltaiche. Quelle che abbiamo citato nel paragrafo precedente sono solo le più diffuse e si chiamano tegole fotovoltaiche a celle solari.

Ma diamo uno sguardo a tutti i tipi presenti sul mercato.

  • Tegole fotovoltaiche a celle solari: abbiamo detto che all’interno della tegola in cotto vengono inseriti piccoli pannelli fotovoltaici che di solito vengono protetti da un vetro per garantire una certa resistenza agli agenti atmosferici, agli urti e all’eventuale calpestio.
    La tegola fotovoltaica a cella solare ha un costo contenuto ed è la soluzione più diffusa per chi sceglie di produrre energia elettrica pulita.
    La base di supporto del fotovoltaico infatti è costituita quasi sempre dalle classiche tegole marsigliesi oppure portoghesi (le più economiche).
  • Tegole fotovoltaiche a coppi solari: si tratta di tegole realizzate in cotto, presentano la solita forma curva o a coppo, solo che la parte superiore della superficie è interamente ricoperta di lastre flessibili di silicio amorfo, o “a film sottile”.
    Un ulteriore passo avanti è stato fatto dall’azienda Dyaqua, che ha lanciato Coppo Invisible Solar, il primo fotovoltaico a presentare una superficie speciale, tale da assumere le sembianze di un qualsiasi materiale edilizio, ideale per la salvaguardia dei centri storici.
  • Tegole fotovoltaiche trasparenti: sono tegole realizzate in policarbonato, in pvc o in vetro; tutti materiali composti da sali organici che permettono di lasciar passare fino al 90% della luce che incide su di esse.
    Le tegole fotovoltaiche trasparenti assorbono le radiazioni nelle frequenze dell’ultravioletto e dell’infrarosso, tramite questo, la luce captata viene trasferita sul bordo della tegola dove è presente una striscia sottile di materiale fotovoltaico pronto a convertirla in energia elettrica.
    Questo tipo di tegole rendono molto meno rispetto alle altre, ma per contro possono vantare l’ottima resistenza dei materiali agli agenti atmosferici e soprattutto la possibilità, eventualmente, di sfruttare l’illuminazione naturale.
  • Tegole solari termiche: un discorso a parte va fatto per quanto riguarda questo tipo di tegole.
    Si tratta infatti di tegole realizzate normalmente in laterizio e concepite per produrre acqua calda sanitaria.
    I pannelli contenuti nelle tegole sono provvisti di un collettore in rame e di tubi sottovuoto. L’impianto deve prevedere l’installazione di serbatoi termici per la conservazione dell’acqua calda, che può essere utilizzata per qualsiasi sistema di riscaldamento. L’impatto visivo rimane anche in questo caso praticamente nullo.

Costo di un impianto a tegole fotovoltaiche

Il costo di una singola tegola può variare a seconda della tipologia della stessa, comunque è compreso tra i 50 e 100 euro.

Se si considera un impianto medio di 3 kw, occorreranno circa 500 tegole. Ciò significa che la spesa per l’intero sistema di tegole fotovoltaiche varia tra i 25.000 e i 50.000 euro, a cui dovranno aggiungersi i costi di installazione.

Vantaggi e svantaggi delle tegole fotovoltaiche

Rispetto ad un convenzionale impianto fotovoltaico, le tegole solari godono principalmente di un vantaggio estetico, aspetto decisivo soprattutto in presenza di vincoli paesaggistici.

Come nel caso di un impianto tradizionale, anche in questo caso il proprietario potrà usufruire di detrazioni fiscali al 50% spalmabili in 10 anni.

Un altro vantaggio è quello della facilità d’installazione, essendo che, a parte la disposizione di fili elettrici in apposite canaline, è come montare delle semplici tegole convenzionali. Questo riduce sensibilmente i costi della manodopera.

Le tegole inoltre possono essere disposte lungo tutta la superficie del tetto, in maniera continuativa o in ordine sparso a seconda delle esigenze dell’impianto (zone d’ombra da evitare) o preferenze del cliente.

Gli svantaggi che possiamo prendere in considerazione sono sostanzialmente l’elevato costo delle singole tegole, data la complessità della tecnologia al loro interno, e una minore efficienza di risultato in termini di rendimento.

Tegole fotovoltaiche ad alta efficienza di Tesla

Foto di Tesla Italia

Dopo il successo riscontrato con la batteria Powerwall, Tesla ha lanciato nel 2018 le proprie tegole fotovoltaiche ad alta efficienza.

La novità introdotta da Tesla consiste nell’installazione di eleganti tegole sottili con annesso impianto fotovoltaico, che apparentemente hanno le sembianze di quelle più moderne e tradizionali.

Tesla propone ben 4 diversi tipi di materiali e texture per personalizzare il proprio tetto; si tratta di una vera e propria rivoluzione architettonica nel fotovoltaico, un mix tra ingegneria e design senz’altro positivo per un futuro ancora più green.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *