Lampadine a LED dimmerabili, cosa sono e come sceglierle

Una parola che si sente spesso quando si parla di illuminazione: lampadine dimmerabili. Cosa significa questo termine?

Se leggiamo sul vocabolario “dimmerabile” è parola che deriva dal verbo “to dim” ovvero abbassare, attenuare.

Il dimmer da cui deriva l’aggettivo dimmerabile associato ad una fonte luminosa è un regolatore elettronico impiegato per regolare la potenza assorbita da un carico. In italiano è conosciuto con il termine ben più semplice “varialuce”.

Quindi una lampadina dimmerabile è una lampadina regolabile dato rilevabile  anche dalla confezione attraverso l’iconografia

Cosa sono le lampadine a LED dimmerabili

Abbiamo visto cosa indica il termine dimmerabile legato all’illuminazione

Con il termine LED si indica “diodo ad emissione luminosa”, ossia si indica quella che è la fonte d’illuminazione di questa lampadina. Più elettricità attraversa il diodo, più luce viene emessa.

Le lampadine LED dimmerabili sono quindi delle lampadine che consentono di regolare la sorgente luminosa dando l’opportunità di  creare la giusta atmosfera in casa tua: luce calda e soffusa, luce più intensa e dando modo di regolare  i consumi energetici ad esempio abbassandoli quando non è necessaria un’illuminazione potente.

I LED dimmerabili offrono un’illuminazione pratica e flessibile  con estrema facilità rappresentando una validissima alternativa alle lampadine a incandescenza o alogene sia in termini di qualità e compatibilità che in termini di emissione luminosa.

I vantaggi delle lampadine dimmerabili

I vantaggi che derivano dall’impiego  delle lampadine dimmerabili sono diversi:

  • Si può regolare l’intensità della luce a seconda delle necessità (es. la luca forte necessaria a leggere un libro può risultare fastidiosa se usiamo lo schermo di un pc).
  • Un risparmio energetico che si traduce in risparmio economico dovuto al fatto che si può regolare la potenza al bisogno, evitando l’uso di una potenza superiore quando non serve. Si consumano meno watt senza inutili sprechi.
  • Si può creare la giusta atmosfera per ogni occasione questo offre senza dubbio un maggior comfort e una maggior praticità: avere la luce soffusa quando si vuole una maggiore intimità, avere una luce adeguata per la lettura o durante la visione della tv, avere la giusta luce quando si pranza.  Un maggior comfort si traduce in una migliore qualità della vita.
  • Una durata maggiore della lampadina: minor consumi si traducono in una maggior durata della lampadina

Come scegliere una lampadina a LED dimmerabile

Nella maggior parte dei casi, tutti i modelli di lampadine LED hanno una versione dimmerabile. Per questo, si consiglia di consultare attentamente le caratteristiche del prodotto e le sigle sulla confezione delle lampadine per accertarsi che sia dimmerabile.

Le lampadine Led dimmerabili si possono utilizzare come sostitute delle lampadine classiche a incandescenza o alogene, anche se per regolare la luce occorre un dimmer che sia compatibile.

In primis occorre controllare le caratteristiche della lampada o del lampadario sulla quale si dovrà installare la lampadina e  le caratteristiche del dimmer. Solo così  si potrà avere la certezza del corretto utilizzo delle lampadine.

Tenendo conto dei differenti tipi di regolatori e delle tante  tipologie di lampadine, è ovvio che le possibilità di combinazioni tra dimmer e lampadine sono numerosissime e, quindi, occorre porre la massima attenzione sulle indicazioni che vengono riportate sia sul regolatore che sulle lampadine stesse.

Se si desidera installare un regolatore di luce per gestire al meglio il sistema di illuminazione già esistente in una determinata stanza, occorre considerare prima le caratteristiche delle lampadine che vengono regolarmente utilizzate sul lampadario o sulla lampada da dimmerare.

Deve essere definita la potenza della lampada o delle lampade, si deve conoscere la tipologia delle lampadine e, in primis, va valutato il range della variazione di luminosità che si vuole. Sul mercato è disponibile un gran numero di dimmer che non riesce ad offrire tutte le diverse luminosità possibili con un determinato tipo di lampadina. Si tratta soprattutto di prodotti economici, che hanno prestazioni di basso livello.

Si rischia, in questo caso, di non avere la possibilità di ottenere tutti i differenti livelli di luminosità, ma anche andare incontro a guasti che portano a una maggiore spesa piuttosto che a un risparmio. Per questo è fondamentale puntare su dimmer di qualità garantita.

È opportuno sottolineare che le lampadine Led dimmerabili non funzionano con gli interruttori tradizionali delle lampade alogene. Questo perché questi dispositivi funzionano semplicemente riducendo la tensione, ma non la potenza della lampadina e di conseguenza i Led continuano a sprigionare la medesima luce.

Le combinazioni e i modelli di dimmer sono diversi, quindi occorre scegliere l’apparecchio specifico per i Led. Ogni dimmer va preferibilmente collegato ad un solo dispositivo luminoso, perché altrimenti si rischia di avere un fastidioso effetto di sfarfallio luminoso o addirittura la rottura o il danneggiamento del dimmer.

Per l’installazione è consigliabile affidarsi ad elettricisti esperti per avere la certezza di un lavoro a regola d’arte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.