Stufe elettriche e stufette a risparmio energetico

L’estate è ormai messa alle porte. I primi freschini sono arrivati e le nostre attenzioni sono tutte rivolte ai migliori modi per scaldare gli ambienti domestici o lavorativi strizzando un occhio all’ambiente e, possibilmente, risparmiando quanto più possibile.

Stufa Elettrica Basso Consumo

Le stufette e le stufe elettriche a risparmio energetico rappresentano una delle soluzioni più utilizzate nelle nostre case e risultano particolarmente efficaci soprattutto quando c’è bisogno di riscaldare ambienti di dimensioni ridotte, come il bagno prima di fare la doccia o lo studio quando si passano molte ore al pc a lavorare.

Ma sono realmente utili? Ci fanno risparmiare? Cosa dovremmo sapere prima di acquistarne una?

In questo articolo vogliamo guidarti all’interno del vasto panorama delle stufe elettriche a risparmio energetico (o a basso consumo) e aiutarti nella scelta di quella più adatta alle tue necessità.

Buona lettura.

Stufe elettriche a risparmio energetico: cosa sono e a cosa servono

C’era un tempo in cui ci si scaldava tutti attorno al tradizionale focolaio, o braciere. Un tempo in cui la condivisione degli spazi e le esigenze domestiche erano diverse, così come erano diverse le tecnologie e le disponibilità sia economiche che di mercato.

Oggi abbiamo diversi modi per riscaldare le nostre case, praticamente tutti abbiamo i caloriferi o termosifoni e non esiste quasi più la stretta necessità di un camino.

Può succedere però che magari non viviamo molto la casa perché lavoriamo tutto il giorno e rientriamo solo per poche ore e quindi abbiamo bisogno di un metodo di riscaldamento che sia immediato, poco dispendioso e di pratico utilizzo.

Le stufette elettriche a basso consumo possono senza dubbio rappresentare una soluzione efficace in questo senso.

Fino a un po’ di anni fa le stufette elettriche erano molto diffuse, soprattutto nelle zone d’Italia non particolarmente fredde. La loro pecca però era quella di avere consumi decisamente elevati e che si facevano sentire sulla bolletta della corrente, aspetto di assoluta rilevanza nell’economia della gestione della casa.

Oggi le classiche stufe elettriche hanno lasciato il posto a delle più innovative stufe a basso consumo energetico che scaldano abbastanza in fretta piccoli ambienti, non costano molto e riescono a garantire, più o meno, consumi contenuti.

Vediamo quindi nello specifico

Offerte Amazon

OffertaBestseller No. 1
Imetec Eco Rapid TH1-100 Stufa Elettrica 2000 W con Tecnologia a Basso Consumo Energetico, Termoconvettore 4 Temperature, Termostato Ambiente, Silenzioso
  • Consumo energetico ridotto del 40%
  • Ventilazione turbo: rapido riscaldamento dell'ambiente
  • 4 livelli di temperatura per tutte le esigenze di riscaldamento
OffertaBestseller No. 2
De'Longhi TRRS0920 Radiatore ad Olio Elettrico, 9 elementi, 2000W, 3 livelli di potenza, Bianco
  • Radiatore ad olio 9 elementi da 2000W con 3 livelli di potenza
  • Nuovo design della batteria, che consente di aumentare l superficie radiante garantendo il massimo scambio termico ed efficienza
  • Real energy l'unità aumenta l sua efficacia sfruttando il 100% della sua potenza nominale senza superare i limiti di sicurezza della temperatura superficiale, coniugando così sicurezza con un...
OffertaBestseller No. 3
Rowenta SO2210 Compact Power Termoventilatore Potente e Compatto, Riscalda e Raffredda Gli Ambienti, Ottimo per Qualsiasi Stagione, 2000 W, 220 V, Nero
  • 15% più compatto rispetto al modello precedente
  • 2 livelli di riscaldamento regolabili
  • Maniglia di trasporto
Bestseller No. 4
DFGOTOP Termoventilatore Ceramica Portatile da Bagno,Mini Stufe Elettriche Ceramico a Basso Consumo per Ufficio, Stufette Elettriche ad Oscillazione Automatica con 3 Impostazioni di Temperatura Bianco
  • 🎄Mini stufetta a doppio servizio:un termoventilatore elettrico basso consumo con tre temperature di vento naturale (18 W),bassa temperatura (900 W) e alta temperatura (1800 W).Ciò significa che...
  • 🎄Termoventilatore ceramica portatile facile da usare: il pulsante a sinistra è un termostato e il pulsante a destra è un interruttore a velocità variabile. Per avviare è necessario regolare il...
  • 🎄Mini termoventilatore ceramico a basso consumo con doppia protezione:evita cadute e surriscaldamenti.Inoltre,questa certificazione CE del termoventilatore elettrico fornisce una protezione...
OffertaBestseller No. 5
Rowenta SO9265F0 Mini Excel Eco Safe Termoventilatore Ceramico, 1000/1800 W, 49 Decibel, plastica, per ambienti di 15-20m², Nero
  • Design compatto che lo rende facile da usare, trasportare e riporre
  • Temperatura regolabile attraverso termostato
  • Doppia protezione contro il surriscaldamento con allarme

Cos’è una stufa elettrica a basso consumo e come funziona.

Le stufe elettriche a risparmio energetico funzionano attraverso un meccanismo di convezione o irraggiamento. La loro potenza è variabile a seconda dei modelli. Generalmente in commercio se ne trovano a partire dai 300 per arrivare ai 2500 Watt. Alcune sono dotate anche di termostato per poterle regolare e di timer per impostare la durata di utilizzo.

La loro comodità è rappresentata certamente dalla semplicità di utilizzo e dal fatto che possono essere spostate da un ambiente all’altro della casa senza particolari problemi di trasporto. È sufficiente attaccarle a una presa della corrente e il gioco è fatto.

Una delle domande che i consumatori si pongono più frequentemente è se le stufe elettriche a basso consumo fanno scattare il contatore, come si suol dire. La risposta in linea di massima è no. Le stufe elettriche che si trovano oggi in commercio sono tollerate benissimo dai comunissimi contratti domestici. Ovviamente bisogna sempre fare attenzione a quanti elettrodomestici sono in funzione allo stesso momento.

Stufe elettriche a ridotto consumo energetico: le varie tipologie

Il mercato ci offre un’ampia scelta di stufe elettriche a basso consumo. La scelta dipende fondamentalmente dai nostri gusti e dalle nostre esigenze.

Vediamo tra quali tipologie è possibile scegliere:

Stufe elettriche a basso consumo: come sceglierle e consigli per l’acquisto

Scegliere una stufa elettrica a basso consumo diciamo che non ha un decalogo predefinito. Come succede un po’ per tutti gli acquisti, dipende molto dalle necessità e dai gusti personali.

Certamente il primo suggerimento che sentiamo di darti è quello di considerare l’acquisto in base alle dimensioni e alle caratteristiche dell’ambiente da scaldare. Una stufetta alogena non è ad esempio in grado di riscaldare un intero appartamento da 60 mq ma può essere utilissima per trovare il bagno caldo prima di fare la doccia o da tenere un po’ nello studio se stai lavorando alla scrivania.

Inevitabile da tenere in considerazione è il consumo energetico. Generalmente si trovano in commercio stufe elettriche dai 300 ai 2500 Watt. Anche in questo caso considera bene le tue esigenze. Considera che una comune stufa alogena da 1000 Watt ha un consumo medio di circa 25-30 centesimi all’ora.

Una voce da tenere in considerazione è quella relativa alla metratura che una stufa elettrica riesce a riscaldare, questo soprattutto se intendi scaldare un’area un po’ più ampia, come può essere un soggiorno più angolo cottura.

Ci sembra di averti indicato tutte le possibili soluzioni. Se ti fa piacere condividere le tue esperienze di acquisto, raccontarci come ti sei trovato con una stufa elettrica in particolare o consigliare un modello, ti aspettiamo tra i commenti.

Ti potrebbero interessare anche queste informazioni:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.